Lei è scomparsa - Susie Steiner

August 27, 2018

 

Titolo: Lei è scomparsa

 

 

Autore: Susie Steiner

 

 

Editore: Piemme

 

 

Pag: 446

 

 

Pubblicazione: luglio 2018

 

 

 

 

Recensione:

 

Manon Bradshaw è una poliziotta di trentanove anni single. La disperata ricerca di un uomo la porta ad avere appuntamenti su appuntamenti con uomini conosciuti online, che puntualmente si rivelano un disastro.
Prima di addormentarsi solo una cosa la fa stare tranquilla, sapere che i suoi colleghi sono nelle strade a proteggere la città. Proprio per questo si addormenta con il ronzio della radio della polizia in sottofondo.
Una sera però, una chiamata cattura la sua attenzione, Edith, una ragazza di ventiquattro anni, è scomparsa. Manon si precipita sulla scena del crimine e prende subito in mano il caso.
L'indagine si rivela una lotta contro il tempo, perché si sa, le prime settantadue ore sono fondamentali per ritrovare una persona scomparsa, dopodiché le speranze iniziano a sfumare.

"Lei è scomparsa" è un libro che ci racconta le dinamiche all'interno di una società perbenista e ancora con troppi pregiudizi.
Si apre catturando subito l'attenzione del lettore attraverso un quadro della vita di Manon ma grazie, soprattutto, all'alternanza dei punti di vista di quasi tutti i personaggi che creano dinamicità al romanzo.
Procedendo con la lettura però, si percepisce solo qualche sfumatura del clima "thriller" e il romanzo prende una piega più riflessiva, che punta più ad approfondire la psiche dei protagonisti.
Proprio per questo i personaggi sono analizzati in tutta la loro psicologia in un gioco di contrasti, dove tutti hanno un lato oscuro e poco chiaro. Inoltre, mano a mano che le ore passano è inevitabile far ricadere i sospetti anche sulle persone più impensabili.

L'atmosfera adrenalinica purtroppo sfuma procedendo con la storia, e personalmente ho trovato molto più appassionante le vicende personali di Manon, piuttosto che il caso in sé, che passa quasi in secondo piano prendendo una piega ripetitiva.
Manon invece è un personaggio originale per incarnare la "poliziotta donna", è schietta, ironica e senza peli sulla lingua, tormentata dalla ricerca dell'amore. Vale la pena leggere il romanzo per lei, perchè è impossibile non affezionarvisi.

Un libro dove mi è mancata la suspense e la sorpresa, ma a cui bisogna riconoscere l'intreccio di moltissime storie e tematiche diverse, è certamente un esordio interessante e complesso. 

Share on Facebook
Mi piace
Please reload

Leggi anche..

Please reload

Sistersbooks |Milano | Sisters.books17@gmail.com
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now